Assemblea d'istituto

Venerdì 24 febbraio, assemblea d'istituto con i ragazzi del Baruffi di Ceva, in una mattinata di sguardi, visioni, storie, riflessioni sull'importanza del raccontare, intitolata "Corti Sguardi".

"Dopo la citazione tutta piemontese del film cult Easy Rider le immagini hanno portato gli studenti sul filo di un’osservazione critica della società odierna, dove la logica del profitto assorbe, oggi come ieri, la definizione stessa di essere umano quando generazioni di bambini vengono sacrificati alle sue leggi, quando la stupidità del razzismo è evidente anche a un bimbo che pur vi si rassegna".

Ancora una volta, il confronto con i ragazzi ha dato un senso alle immagini in movimento e a quel che ci sta dietro. Nuovi progetti in cantiere daranno presto forma al tutto.

Pescatrice di Yoff

 

Le voci delle madri, l'aria.
La loro origine, dall’altra parte del mare.
Terra e sudore come un punto di partenza.

 

Lo scatto "Pescatrice di Yoff", realizzato sul mercato del pesce di Yoff (Dakar, Senegal) con Elisabetta Demartis per il progetto Agritools, è tra i finalisti del contest nazionale "Vite in viaggio", e sarà esposta dal 22 febbraio al 10 aprile al Museo AMO di Verona.

ArteVisione 2017

Sandro Bozzolo è uno dei 10 finalisti al Bando Careof, un workshop organizzato da Sky con esperti del settore audiovisivo e cinematografico che si terrà a Milano dal 16 al 24 gennaio 2017.

Il concorso è aperto ad artisti under 30 e si concentra quest'anno sul tema 'Memoria e Identità'. Il progetto selezionato prevede l'elaborazione di un lavoro su immagini d'archivio legato alla montagna vissuta e immaginata dagli italiani.  

Per ulteriori info, il sito di Careof.

Creare ponti e legami fra le culture

"Tanta passione e tanto cuore, alla serata organizzata alla venerdì scorso 19 febbraio da CISV e Comune di Cumiana". 

Con Ilmurrán – un film ma soprattutto un progetto – il regista ha voluto far vedere che ci sono linguaggi comuni, comprensione anche nelle differenze, tante somiglianze profonde. In fondo, anche un vallone di 12 kmq in cui l’unica presenza umana è quella della pastora Silvia – il vallone della Meris, nelle Alpi Marittime – è come un deserto: un “deserto verde” dice Leah. E’ attraverso l’incontro che si scopre che è si è meno diversi di quanto si credesse.  La possibilità di specchiarsi e di confrontarsi è una fortuna incredibile: si impara molto di più dal diverso, per scoprire, alla fine, che in fondo è molto più simile a noi di quello che potrebbe sembrare.

Per le strade di Cumiana. 19 II 016

Per le strade di Cumiana. 19 II 016

GERONIMO EMBRIONALE

"Gaceta de Salamanca", agosto 2005

Il decennale di un viaggio.

Nell'estate 2005, con Marco Lo Baido e Alessandro Ingaria abbiamo percorso la Spagna e il Portogallo suonando musica per strada.

Una prospettiva di viaggio accattivante, che ha permesso di osservare i "turisti" dal punto di vista di un'"attrazione locale". Un'attrazione locale mobile, semovibile e instabile, come a confermare una vecchia verità: tutto a suo modo è "locale", tutto in un certo momento è "contemporaneo".